9th - 12th of February 2017
Verona Fairgounds
  • Parner-tecnico-arca
 
  • Logo-piemmeti
  • Logo-veronafiere
  • It
  • En
  • De
       October 10, 2016
  • In Italia la riscoperta dell'architettura in legno

     

    Legno lamellare e sostenibilità: idee condivise per un futuro sicuro.

     

    Il legno lamellare è un materiale composito, costituito essenzialmente di legno naturale, di cui mantiene i pregi, tra cui l'elevato rapporto tra resistenza meccanica e peso e il buon comportamento in caso di incendio in quanto non collassa e brucia in modo controllato consentendo una sicura evacuazione delle persone, ma è anche un prodotto nuovo, realizzato su scala industriale, attraverso un procedimento tecnologico di incollaggio a pressione che riduce i difetti propri del legno massiccio. 

    Sul fronte sostenibilità, il materiale legno è l`unico, nel suo ciclo di vita, che garantisce un bilancio di emissioni di anidride carbonica negativo.

    Le travi lamellari sono caratterizzate da una fortissima capacità di carico, superiore anche a quella degli elementi in legno massello di cui hanno superato i limiti dimensionali e funzionali (un arco, a esempio, non si potrebbe realizzare in legno massello). Le travi lamellari stanno diventando, col tempo, elementi portanti alternativi e innovativi nel settore dell’edilizia grazie alle alte prestazioni che garantiscono, con particolare riguardo anche alle capacità di portata rispetto alla loro leggerezza. Perfino l’acciaio o il calcestruzzo armato non superano, per affidabilità e sicurezza, il legno lamellare che, per esempio, ha proprietà antisismiche superiori di 4 ordini di grandezza rispetto a cemento e acciaio.

    L’Istituto Nazionale di Bioarchitettura riconosce il legno lamellare in edilizia come prodotto estremamente funzionale a un’architettura ecologica e sostenibile, per tecnica di produzione, rispetto ambientale ed eco-compatibilità: il legno lamellare infatti offre caratteristiche di resistenza strutturale maggiori rispetto alla stessa quantità di legno massiccio e utilizza tecniche di produzione che privilegiano specie autoctone provenienti da foreste gestite in modo sostenibile e certificato.

    Sul fronte energia primaria, costruendo un edificio in legno, piuttosto che in calcestruzzo, si ha un potenziale risparmio su alcuni importanti capitoli di spesa tra il 20 e l’ 80%, dovuto all’uso di materiali più leggeri e a tempi di cantiere e di montaggio molto più veloci.

     

    tratto da edilia2000.it

     

Sign up for the newsletter

Sign up for our newsletter and find out about great deals and offers.